La pubblica amministrazione è sempre oggetto di discussioni e sappiamo come manchi uno strumento di organizzazione e di efficienza. Manca un modello di gestione efficace che possa coordinare tutti i settori peculiari di un territorio.

Il segnale è dato dalla mancanza di stimoli a migliorare che nell’ambiente si respira, infatti non ci sono obiettivi da raggiungere e spesso gli operatori coinvolti non hanno l’interesse di mettersi in gioco.

Ogni settore della pubblica amministrazione italiana va sviluppato, e trattando nello specifico quello turistico, va riorganizzato secondo dei modelli di efficienza.

I problemi delle pubbliche amministrazioni sappiamo che sono molti, ma non dobbiamo ridurre la cosa ai soli motivi economici. Infatti, parlando del settore turistico questo viene spesso tralasciato e poco organizzato, inserendo un numero scarso di personale o addirittura senza comprovata competenza.

Il ruolo di attore della pubblica amministrazione all’interno della destinazione turistica è oggi fondamentale: questi enti devono creare le condizioni necessarie per la creazione di un’offerta turistica integrata con le aziende private.

Dobbiamo sottolineare però, che molti comuni turistici italiani si stanno attrezzando per progettare un’offerta turistica concreta dotandosi di un piano turistico di destinazione pluriennale.

Non solo grandi comuni che dialogando con le imprese ricettive, ma anche piccoli comuni che attraverso delle amministrazioni attente hanno pensato di costruire dei piani di destinazione pluriennali. Per progettarli e metterli in pratica hanno collaborato con aziende specializzate nel settore in modo da creare un piano di sviluppo efficace.

Le destinazioni turistiche sono sicuramente un’entità più grande di un solo Comune, ed è proprio questo il particolare che deve saltare all’occhio, in quanto il concetto di collaborazione tra Comuni e quindi tra varie pubbliche amministrazioni e dalle aziende turistiche private, vedi hotel, agriturismi ecc deve essere la regola.

Una destinazione non è considerata tale se non possiede un’identità e soprattuto senza un coordinamento e degli obiettivi chiari da raggiungere negli anni.

La Pubblica amministrazione deve considerare il settore turistico un ambito di primaria importanza importando un modello che esprime efficienza anche nel susseguirsi delle varie giunte e dei vari sindaci.

Che ne dite?

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla newsletter!Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla newsletter!Per rimanere sempre aggiornato sul mondo della promozione turistica puoi registrarti alla nostra newsletter e con cadenza mensile ti invieremo un aggiornamento su tutto quello che succede nel mondo della DMC.

Aiutaci a Crescere!