La neve ci ispira un sentimento di vacanza, di libertà e spensieratezza. Oggi comunicare una destinazione invernale non è più scontato come una volta.

Un territorio per diventare destinazione deve avere molti elementi che si concentrano in un brand. Un marchio che contraddistingua le sue caratteristiche dagli altri territorio e lo valorizzi. Oggi una destinazione resta nell’immaginario e nella mente di un turista se essa viene comunicata
e associata ad un segno distintivo, particolare.

Una destinazione invernale che ha compreso l’utilizzo di un brand unico crea nello specifico delle attività invernali, un canale di comunicazione integrato tra l’online e l’offline.

Pensiamo alle valli dell’Alto Adige come esempio; esse vengono percepite come un unico territorio che nel periodo invernale si traveste, nell’immaginario degli sciatori, in un contenitore unico di chilometri di piste. Questo grazie ad una comunicazione efficace e coordinata, non solo nel mezzo di comunicazione scelto, ma nell’accordo di tutti gli operatori del settore.

La creazione del prodotto turistico invernale è frutto di un piano di azione e strategia di destinazione, cosa significa? Semplicemente organizzare un insieme di strategie efficaci coinvolgendo il pubblico ed il privato, ma sensibilizzando i cittadini.

In questi anni sta prendendo piede una nuova consapevolezza, ma manca il coordinamento e sembra che il maggior successo sia venuto da alcune aree invernali che nel turismo della neve hanno raggiunto grandissimi risultati.

La parola chiave quindi, non è solo destinazione, ma è comunicare dei valori reali ed esistenti in quella determinata destinazione turistica e di questi tempi per risollevare un territorio e farlo entrare nell’immaginario delle persone è possibile tramite degli interventi ad hoc, come quelli che hanno visto la neve diventare un valore turistico importante anche nelle piccole aree che possiedono una sola pista da sci.
Il territorio deve diventare destinazione e poi nella seconda fase specializzarsi nel settore più adatto ad essere competitivo, le aree attrezzate al turismo dell’inverno hanno spesso sottovalutato aspetti importanti come la frammentazione della comunicazione ed il coinvolgimento degli abitanti.

La destinazione invernale va comunicata diversamente?

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla newsletter!Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla newsletter!Per rimanere sempre aggiornato sul mondo della promozione turistica puoi registrarti alla nostra newsletter e con cadenza mensile ti invieremo un aggiornamento su tutto quello che succede nel mondo della DMC.

Aiutaci a Crescere!