Il processo di marketing influenza ormai tutte le decisioni strategiche della direzione aziendale. Le imprese ricettive sono molto marketing oriented anche grazie al fatto che la produzione dei servizi tende a coincidere con la loro erogazione.

Giovanni Peroni esperto di marketing e management sostiene che

“ l’ampiezza geografica del mercato e della domanda, la sproporzione esistente fra questa e la dimensione media delle imprese ricettive, l’articolata gamma dei servizi e delle attrattive che rientrano nel prodotto turistico e l’unitaria matrice dei modelli motivazionali e fruitivi dell’attività turistica richiedono che il marketing turistico venga concepito come un marketing di settore in cui convergono sinergicamente gli obiettivi e gli strumenti tanto del marketing turistico pubblico che di quello privato.”

Quindi il marketing turistico pubblico consiste nella sistematica osservazione della domanda e dell’offerta, ma anche nella manovra organica e strategica di tutti i fattori che caratterizzano e influenzano la pubblica amministrazione e che caratterizzano tutti gli elementi comprendenti l’offerta turistica. Possiamo affermare che anche al livello aziendale restano le medesime funzioni, ma che vanno a considerare gli elementi intra ed extra aziendali.

L’albergatore non deve interpretare il suo ruolo di estremo padrone di casa, ma deve essere un manager che gode della stima e della fiducia dei suoi clienti.

Spesso parliamo di marketing turistico e crediamo che questo possa dare risposte a tutto e misurare qualsiasi parametro, ma non è il giusto approccio alla strategia che si vuole implementare. Non esiste un meccanismo che possa creare dei sistemi di rendicontazione di ogni azione di marketing e questo è positivo. Il marketing alberghiero è fondamentale, ma ci sono molte altre variabili da tener conto.

Le imprese alberghiere d’oggi si trovano davanti ad una grande sfida, quella di ottimizzare e strutturare delle modalità di lavoro che prima non erano concepite e forse non erano necessarie.

Serve affidarsi a professionalità adeguate, che portino valore alla singola struttura personalizzando l’intervento e supportando la proprietà nella costruzione dell’offerta turistico.

Voi albergatori che approccio avete al marketing?

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla newsletter!Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla newsletter!Per rimanere sempre aggiornato sul mondo della promozione turistica puoi registrarti alla nostra newsletter e con cadenza mensile ti invieremo un aggiornamento su tutto quello che succede nel mondo della DMC.

Aiutaci a Crescere!