Oggi la montagna è diventata un vero e proprio prodotto turistico che viene confezionato dalle aree turistiche e dagli operatori turistici.

La moda è cambiata e la montagna come destinazione diventa un valore esperienziale positivo per molti target differenziati.

Si modifica la funzione simbolica della montagna perchè cambia la comunicazione e il modo di presentare la vita in quei luoghi mettendo in evidenza tutte le offerte che si possono trovare.

La montagna da luogo impervio, difficile e abitato da popoli barbari, questo era l’immaginario dei più prima del Settecento, è passato con la crisi del classicismo ad un luogo bello e suggestivo.

Cresce la curiosità e quindi l’interesse per l’alpinismo e nasce il turismo montano, anche grazie agli scalatori che in varie epoche hanno diffuso la cultura della montagna.

Ma oggi cos’è cambiato? Cosa spinge il turista ed escursionista a muoversi verso la montagna?
Molte cose, la prima è la riscoperta della natura, l’eco-sostenibilità e l’importanza di muoversi all’aperto in tutte le stagioni.

La seconda perchè è cambiata la società, si vive cercando la scoperta e l’esperienza e molte aree vacanze montane attirano famiglie e molti tipi di target. Lasciamo però a voi tutte quelle ragioni personali che sono insite nella mente e nel cuore di ogni persona e vengono custodite con cura.

La montagna può essere considerata ormai un prodotto da commercializzare, una costruzione turistica che metta al centro il turista e comunichi i suoi valori distintivi.

Il prodotto montagna presenta attrattive particolari, non solo tangibili, responsabili delle ragioni per le quali un turista va verso la destinazione. Ci sono quindi i servizi proposti dalla destinazione e le attrattive della stessa che spesso entrano in confusione e sono poco efficaci perchè mal gestite dalle amministrazioni e dagli attori pubblici-privati del territorio.

Tutti coloro che vengono considerati attori della destinazione compongono gli elementi che poi porteranno alla costruzione a all’offerta del prodotto turistico montagna.

Le aree vacanza, le Apt, le amministrazioni comunali, le DMO e le strutture ricettive hanno un piano turistico pronto per vendere il prodotto montagna?

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla newsletter!Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla newsletter!Per rimanere sempre aggiornato sul mondo della promozione turistica puoi registrarti alla nostra newsletter e con cadenza mensile ti invieremo un aggiornamento su tutto quello che succede nel mondo della DMC.

Aiutaci a Crescere!